Chi lo pratica in modo costante da tempo, probabilmente avrà già avuto modo di constatarne i benefici: corpo più flessibile, sonno più regolare, uno stato di maggiore relax. Sono questi alcuni degli effetti positivi sulla salute ottenuti praticando lo yoga. A sottolinearlo non solo le testimonianze degli yogi più devoti ma anche le numerose ricerche scientifiche condotte sull’argomento. Se state cercando dunque una motivazione per srotolare il tappetino, eccone alcune:

Una pratica costante dello yoga e, soprattutto della respirazione yogica (pranayama), sono un toccasana per combattere i sintomi di ansia e depressione lieve. Una delle ultime conferme è arrivata dai risultati di una recentericerca condotta presso la Perelman School of Medicine dell’Università della Pennsylvania, pubblicata sul Journal of Clinical Psychiatry, che ha dimostrato appunto come le tecniche di respirazione controllata rappresentino una valida alternativa alla terapia farmacologica in quanto aumentano il livello di serotonina, riducendo allo stesso tempo il livello di ormoni dello stress.

AIUTA A COMBATTERE L’OSTEOPOROSI

Lo yoga, se praticato regolarmente, è una buona terapia contro l’osteoporosi. Tra i più convinti sostenitori  Loren M. Fishman, ricercatore della Columbia University di New York, che per anni ha raccolto dati a supporto della sua teoria in base alla quale la disciplina aumenterebbe la massa ossea.Effetti dimostrati, secondo lo studioso, si avrebbero anche solo praticando per 12 minuti al giorno alcune “asana” (posizioni) specifiche tra cui il “la posizione del triangolo” (sotto).

AUMENTA LA FLESSIBILITÀ DEL TONO MUSCOLARE

Il miglioramento della flessibilità e della postura sono tra i primi e più evidenti effetti benefici di chi avvicina allo yoga. Ma non solo. Il suo esercizio regolare favorisce un aumento della massa muscolare che, a sua volta riduce il mal di schiena, oggi sempre più diffuso per via di uno stile di vita sedentario o di posizioni sbagliate (smartphone, computer).

FA BENE AL CUORE

Le sessioni di yoga, e in particolare gli esercizi di respirazione, sembrerebbero agire sul sistema nervoso simpatico diminuendone l’attività. In questo modo – hanno messo in evidenza alcune ricerche – si abbasserebbe il rilascio di adrenalina, ormone che porterebbe il cuore a battere in modo irregolare.

RAFFORZA EQUILIBRIO E STABILITÀ

La ripetizione degli asana di base dello Yoga, e in particolare la pratica del metodo Iyengar, noto per la particolare enfasi sull’allineamento del corpo, aumenta l’equilibrio e la stabilità. Un aiutosecondo una ricerca della Temple University, soprattutto per le persone più anziane in quanto riduce il rischio di caduta soprattutto per le donne sopra i 65 anni.

OTTIMIZZA LE FUNZIONI CELEBRALI

Una sessione di 20 minuti al giorno di Hatha Yoga migliora le funzioni cognitive, la capacità di concentrarsi e allo stesso tempo aumenta la memoria. Più di quanto possa fare un allenamento aerobico di durata analoga.

STABILIZZA LIVELLO DI ZUCCHERI NELLE PERSONE CON DIABETE

Aggiungere lo yoga a una regime alimentare a basso contenuto di zuccheri, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Diabetes Careaiuta a stabilizzare il livello di zuccheri nel sangue, contrastando il diabete di tipo 2.

AUMENTA LA CAPACITÀ POLMONARE

Secondo uno studio condotto dalla Ball State University, bastano sole 15 settimane di Hata Yoga per aumentare in maniera rilevante la capacità polmonare, in pratica la quantità massima di aria che riusciamo a espirare dopo aver fatto un respiro profondo.

RAFFORZA IL SISTEMA IMMUNITARIO

Diversi studi hanno messo in evidenza la correlazione tra pratica dello yoga e produzione di anticorpi. Un ottimo scudo, dunque, contro i malanni di stagione (raffreddori, influenze), ma anche contro malattie ben più serie.

 

FONTE: www.businessinsider.it

Shares